Operatori di telefonia mobile, quali sono i trend di mercato

0
428

Per quanto ci si possa trovare bene con la propria compagnia telefonica, capita dopo un po’ di tempo di voler sondare il territorio per scoprire se qualche offerta migliore può essere comparsa sul mercato. Il numero di compagnie telefoniche è in crescita, e di fianco ai nomi che si sentono da anni ne sono comparsi altri che stanno scalando le classifiche dei trend di mercato. Di fianco a WindTre, Vodafone e Tim, troviamo altri operatori di telefonia mobile come per esempio Iliad. Insieme ad Iliad ci sono poi operatori virtuali che si stanno facendo sempre più strada nel panorama italiano della telefonia mobile, e detengono ad oggi quasi il 9% delle sim totali.

A dire il vero, infatti, Tim, Vodafone e WindTre stanno registrando un calo progressivo dei loro clienti, mentre l’incremento di Iliad e operatori virtuali è costante. Anche PosteMobile non sembra andare male, con una percentuale del 4,3%.

Parlando del ramo business Tim non smette di essere ancora una volta all’apice delle classifiche di mercato con il 37,5% di market share, mentre Vodafone si trova al secondo posto con il 35,4%, e WindTre al terzo con il 21,8%. Nel ramo business Iliad non è invece presente, e PosteMobile ha il 2,7%.

E che dire del fattore traffico dati? I trend mostrano un aumento costante, tanto che il volume complessivo risulta essere cresciuto quasi del 63%. Lo stesso discorso di crescita vale per i consumi mensili registrati nel 2020.

Quali sono i nuovi operatori telefonici e le tariffe migliori

Tra gli operatori di telefonia mobile più recenti troviamo Very, Kena Flash, Spusu, e Creami WOW. Per trovare le migliori offerte ciò che conviene fare è prima di tutto avere sotto mano i dati della propria tariffa attuale. A questo sarà possibile procedere con i confronti necessari. Esistono strumenti online dedicati per poter comparare le tariffe in modo semplice e veloce, i quali sfruttano un particolare algoritmo che consente ciò.

Sono ancora molto valide le promozioni dedicate a chi effettua un cambio di gestore, così come tariffe specifiche per le famiglie, per chi utilizza soprattutto internet, e così via. Gli stessi processi ad oggi richiesti per il passaggio da un operatore a un altro sono relativamente semplici e rapidi, anche se è necessario controllare che sia possibile fare il passaggio. Alcune compagnie, infatti, creano contratti annuali o a 48 mesi, e in questo caso è possibile che si debba pagare una cifra definita prima di poter passare a un altro operatore, se non si è giunti al termine delle mensilità previste dal contratto.

Cosa considerare nella scelta di una tariffa mobile

Definire una tariffa mobile conveniente potrebbe anche risultare generico, infatti non tutti gli utenti ricercano gli stessi servizi. La prima cosa da fare è stilare una lista delle proprie priorità, e di conseguenza cercare la tariffa che risulta più conveniente per le proprie esigenze. Chi utilizza in maggior misura internet, per esempio, dovrà andare alla ricerca di promozioni dedicate che mettano a disposizione un numero elevato di Giga. Dall’altra parte, chi invece sfrutta il telefono soprattutto per le chiamate, dovrà ricercare offerte che mettano a disposizione minuti illimitati.

Ad oggi sono molte le offerte che comprendono vantaggi su più fronti, come per esempio un ampio numero di Giga e chiamate illimitate nella stessa offerta; a quel punto, allora, sarà opportuno ricercare informazioni relative alle performance di rete dell’operatore telefonico scelto. Vi sono infatti operatori che risultano più limitati dal punto di vista della rete rispetto ad altri. Soppesare diversi fattori aiuterà a compiere la scelta migliore.