Dalla cameretta al mondo grazie a YouTube

0
92

Sicuramente, ogni volta che leggete un quotidiano o vi informate su Internet, il nome di YouTube balza sempre agli onori di cronaca per i suoi video, ma soprattutto per le sue giovani star che hanno “rivoluzionato” la concezione stessa di intrattenimento.

Partendo semplicemente dalla loro cameretta, gli youtuber hanno ridefinito i canoni dell’intrattenimento sul web proponendo tutta una vasta serie di contenuti. Oltre ai classici video di gattini, infatti, si sono andati a mostrare i gameplay dei videogiochi più avvincenti, le recensioni di prodotti di ogni tipo con relativo unboxing, le cover dei brani più famosi in altre versioni, i trucchi di carattere informatico, le imitazioni e tanto altro ancora.

Tra gli youtuber più famosi a livello mondiale, ormai li si può vedere sia in televisione che al cinema sebbene con dei risultati piuttosto altalenanti, c’è sicuramente il giovane svedese PewDiePie con un canale che ha abbondantemente superato la stellare cifra di ben 100 milioni di iscritti.

Anche a livello italiano i nomi sono parecchi, ma sono comunque molto pochi quelli che riescono a “campare” solo con YouTube. Il più delle volte, infatti, oltre ai video si ha un altro lavoro che garantisca una certa stabilità nei guadagni.

Soprattutto all’inizio, magari con pochi iscritti e relative collaborazioni, se scarseggiano gli sponsor non è neanche possibile pensare di poter arrivare anche solo alla fine del mese. Certo, ci possono anche essere delle donazioni da parte della fanbase, ma occorre sempre crescere molto per poterci fare affidamento.

Arrivati a questo punto ci si può porre due interrogativi diversi. Come si può dunque diventare uno youtuber e come è possibile guadagnare da questo attività. Vediamo di rispondere assieme in poche parole!

Come si diventa uno youtuber in poche parole?

La prima cosa da fare in assoluto è anche la più ovvia e consiste nell’aprire il proprio canale YouTube pensando però, prima, a quale tipo di video si vuole fare. Musica, cinema, fumetto, videogiochi, attualità, informatica, c’è solo l’imbarazzo della scelta, quindi è consigliabile partire dalle proprie passioni in modo tale da realizzare dei video il più “genuini” possibile.

Dopo la fase di progettazione occorre pensare anche all’attrezzatura. Iniziare con uno smartphone può essere abbastanza limitante quindi è meglio dotarsi di una videocamera adatta, un microfono e delle luci. Non vanno poi dimenticati i programmi di video editing da installare sul proprio computer!

Creare poi un logo ed un nome facili da ricordare sono altri passaggi da tenere sempre presenti, ma se non si sa bene come promuovere il proprio lavoro, allora, è difficile che si venga notati! Serve anche creare una fanbase di un certo livello e curare i rapporti con i propri iscritti, del resto, non si sta facendo i video solo per sé stessi.

Come si può guadagnare da YouTube?

Certo, è possibile attirare l’attenzione degli sponsor o entrando in un programma di affiliazione, ma servono comunque i numeri, oppure ci si può affidare a servizi che propongono di comprare views YouTube.

In tutti i casi ciò che serve è sempre lo stesso, duro lavoro, tenacia ed anche un po’ di fortuna che non guasta mai!