Viaggio in Inghilterra: cosa c’è da sapere

0
38

Il viaggio in Inghilterra, e in particolare a Londra, è uno dei preferiti a tutte le età. Chi non ha mai desiderato visitare il Regno Unito anche soltanto per scoprire sulla propria pelle la sua storia lunga secoli e le sue atmosfere tipiche delle grandi metropoli.

Prima di pianificare un viaggio così pensato è necessario avere ben chiaro cosa c’è da sapere sul paese e sull’organizzazione. Si dovranno conoscere almeno le basi delle lingua, le frasi in inglese che serviranno di più durante il soggiorno, così come qualche nozione sulle abitudini degli inglesi e sui loro orari. Insomma, tutto quello che sarà necessario per vivere un viaggio perfetto e indimenticabile proprio come avevamo sempre sognato.

Conoscere le abitudini del paese che andremo a visitare è indispensabile per vivere appieno e con le giuste sensazioni un viaggio lontano dalla nostra città dove usi e costumi sono ben noti. Per pianificare nel modo più utile possibile una vacanza è importante conoscere quelle che sono le attrazioni da non perdere, quali sono i cibi da assaggiare assolutamente e cosa invece è consigliato lasciar perdere, in modo da ottimizzare i tempi e non lasciarsi sfuggire cose che ci resteranno impresse nella memoria.

I documenti necessari

Prima di conoscere attrazioni, frasi utili e quant’altro è indispensabile sapere quali documenti sono necessari per un viaggio in Inghilterra.

È bene sapere che, almeno per ora, per entrare nel Regno Unito non servono visti d’ingresso. Basterà un documento d’identità valido per l’espatrio o il passaporto. Se si ha una carta d’identità cartacea un po’ deteriorata o una elettronica rinnovata con il solo foglio timbrato dal Comune è consigliato portare con sé anche il passaporto per non rischiare di andare in contro a disagi.

Documento d’identità o passaporto individuale validi anche per i minorenni sia che viaggino soli che accompagnati. I minori di 14 anni non possono viaggiare da soli, ma sempre con un genitore (o chi per lui) il cui nome deve essere riportato sul documento del minore. In caso contrario si dovrà avere una dichiarazione di accompagnamento.

Se si viaggia con gli animali si dovranno avere i seguenti documenti: passaporto per animali, microchip, vaccinazione antirabbica e il trattamento contro la tenia, entrambi dovranno poter essere dimostrati. È importante sapere però che in Inghilterra non sono ammesse alcune razze di cani tra cui Pitbull Terrier, Dogo Argentino e Fila Brasileiro.

Qualche consiglio

Per vivere un’esperienza di vacanza memorabile in Inghilterra è necessario fare attenzione al meteo. Si tratta di un paese in cui il meteo cambia in modo repentino, per questo è consigliato avere sempre con sé un ombrello, anche se quando usciamo c’è il sole.

Ricordiamoci di pensare sempre alla mancia, è buona abitudine lasciare il 10% della spesa al cameriere.

Mai saltare la fila. In Inghilterra la fila è sacrosanta, per questo si dovrà fare molta attenzione a rispettare il nostro posto in fila senza tentare di voler passare avanti, come invece accade spesso in Italia. Anche la distanza per gli inglesi è importante, non deve mai essere ridotta al minimo, ma deve essere rispettato lo spazio vitale per non sentirsi oppressi da chi ci sta dietro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here