Diffusione dell’aria fredda in uscita dal condizionatore: cosa c’è da sapere

0
435

Quando si acquista un condizionare e lo si deve installare è necessario tenere presenti le difficoltà legate al circolo dell’aria fredda.

Perché è importante studiare dove installare il condizionatore

Il tecnico che si occupa della installazione e assistenza condizionatore Mitsubishi a Milano deve studiare con cura dove posizionare l’apparecchio. L’aria fredda è pesante e non si sposta facilmente. Il punto dove si installa il condizionatore deve permette un circolo in tutti gli ambienti. Se non si studia con attenzione il punto di installazione non si ha una temperatura omogenea nei diversi ambienti, continuando a sentire caldo.

È necessario tener presente che il condizionatore va sistemato anche in un punto di passaggio perché il getto di aria fredda non deve mai colpire direttamente le persone che possono sviluppare dolori addominali e contratture muscolari.

Come risolvere il problema della diffusione non omogena del getto

Nel caso in cui non si riesca a diffondere in modo omogeneo l’aria fredda, si può pensare a diverse soluzioni. La prima è quella di preferire un condizionatore di tipo multi split. Basta contattare la solita ditta di installazione e assistenza condizionatore Mitsubishi a Milano che provvedere a installare più bocchette dell’aria fredda. Infatti, aumentare i punti in cui entra l’aria fredda in casa aiuta a risolvere il problema delle zone più calde rispetto a quelle più vicine all’apparecchio in funzione.

Ci sono anche altri trucchi meno dispendiosi per garantire una temperatura più omogenea in casa. Il primo consiglio è quello di lasciare sempre aperte le porte di tutte la stanze onde agevolare il circolo della pesante aria fredda che fa già fatica a spostarsi di suo. Un altro trucchetto che permette di avere la casa più fresca e una temperatura omeogena in tutti gli ambenti è chiudere le tapparelle. Al mattino, prima di uscire di casa, è fondamentale abbassare tute le tapparelle per impedire ai raggi solari di entrare. La radiazione del raggio solare scalda l’ambiente e quindi il condizionatore fa più fatica poi a raffreddare tutti gli spazi.