Take Away: i pasti preferiti dagli italiani

0
322

Non più soltanto pizza. Gli orizzonti degli italiani, anche a livello culinario, si sono allargati.

Non più popolo delle tagliatelle, della pizza, delle lasagne, ma un popolo capace di gustarsi i migliori piatti che arrivano anche da tradizioni culinarie diverse.

Come gli hamburger, che entrati in punta di piedi nel nostro Paese ora fanno parte delle abitudini di milioni di italiani, o come tante altre specialità storicamente straniere, che siamo stati comunque in grado di rielaborare secondo le nostre necessità e secondo le nostre specifiche preferenze.

Ma cosa preferiscono gli italiani? Cosa scelgono ad esempio quando ordinano il take away? Esiste sempre e soltanto la pizza?

Assolutamente no, e questo è vero anche per i piccoli centri, che almeno fino a poco tempo fa non potevano sognare di più della classica pizza.

Vediamo insieme cosa scelgono, ormai ogni giorno, gli italiani.

Gli hamburger

Ormai disponibili in tutte le salse, in tutte le forme e anche vegetariani. Anche se il più venduto rimane quello classico, con polpetta di carne e condito all’americana.

Certo, sempre con una grande attenzione per gli ingredienti italiani della tradizione – e non è raro vederne, anche sui menù delle principali catene del fast food internazionale – di declinati secondo la tradizione tricolore.

Tutti, per intenderci, hanno dovuto adeguarsi, anche quando si è deciso di “importate” gli hamburger, ad una tradizione italiana che, almeno in campo alimentare, ha davvero tantissimo da offrire.

Hamburger: piacciono a tutti, anche a chi almeno in pubblico non sarebbe assolutamente disposto ad ammetterlo.

Il kebab

Arrivato dalla Germania (e non dalla Turchia come molti credono) almeno nella sua versione più popolare, ovvero quella servita nel panino o nella cosiddetta “pita”.

Un piatto che molti considerano come turco, ma che in realtà è frutto di un melting pot forse possibile soltanto in quel di Berlino.

Turchi, in Germania, che raccolgono anche le influenze di tantissime altre culture culinarie immigrate e che offrono il panino definitivo e non solo dopo una sbronza o dopo che si torna dalla discoteca.

Il kebab è un altro dei take away preferiti dagli italiani.

a non confondiamolo con quello turco, che è decisamente un’altra cosa (nonché impossibile da trovare in Italia).

Il sushi

L’asse italo-giapponese, almeno a livello culinario, è sempre stato all’insegna dell’intesa. E a noi italiani piacciono molto i piatti della tradizione giapponese, così come ai giapponesi piace molto la tradizione culinaria italiana.

Il risultato? Se a Tokyo è molto facile trovare una pizzeria – ormai anche di buon livello – in Italia è sempre più facile trovare sushi, dagli “all you can eat” fino alle soluzioni decisamente più raffinate.

E anche per il take away gli italiani sembrano preferirlo a tanti altri pasti della tradizione. Vuoi perché chic, vuoi perché facile da trasportare, vuoi ancora perché assolutamente delizioso.

Cosa resterà della cucina italiana?

Tutto. Perché amare anche qualche piatto che non appartiene alla nostra tradizione non vorrà dire abbandonarla in toto.

Anzi, sicuramente la creatività degli italiani riuscirà a reinterpretare quello che arriva da altri paesi e da altre culture. Come d’altronde sta già succedendo.